Logo adSalsa

AdSalsa, in occasione dell’assemblea nazionale dell’Associazione Nazionale dei Contact Center Outsourcing (AssoCall), tenutasi il 27 Giugno a Roma, ha stipulato una convenzione con i soci.

Assocall sostiene oggi l’operato delle oltre 180 imprese associate in Italia, e nel 2016 ha avuto una crescita di oltre il 40 %.

“Il settore del telemarketing é soggetto a diversi cambiamenti e opportunità, con l’entrata della Riforma Europea del 2018. Indispensabile per Adsalsa é sostenere azioni di questo tipo” dice Daiana Gronchi, Country Manager di Adsalsa Italia.

Anche il presidende di Assocall, Leonardo Papagni, ha dichiarato che “il problema del cosiddetto telemarketing selvaggio non può essere ignorato dalla nostra categoria.

Al contrario abbiamo il dovere di combatterlo, poiché la scorrettezza e l’illegalità di una strettissima minoranza rischia di mettere in pericolo ed in cattiva luce il lavoro della maggioranza di aziende oneste, che rispettano le leggi”.

Il telemarketing selvaggio deve essere combattuto dalla categoria dei call center 1 Il telemarketing selvaggio deve essere combattuto dalla categoria dei call center

Telemarketing – limitare le telefonate promozionali aggressive ed invasive

“Per limitare le telefonate promozionali aggressive ed invasive occorre, in primis, rendere edotti i consumatori dei consensi concessi, dando loro la possibilità di modificarli in qualsiasi momento, e, in secondo luogo, stabilire una frequenza massima di chiamate su ogni utenza per le campagne promozionali, in modo da rendere le telefonate non invasive”, ha aggiunto Papagni, che ha annunciato anche un’intesa con l’Unione Nazionale Consumatori per tutelare i consumatori dal bombardamento di chiamate e consentire, al contempo, il legittimo lavoro dei call center nel pieno rispetto delle regole.

Il telemarketing selvaggio deve essere combattuto dalla categoria dei call center 2 Il telemarketing selvaggio deve essere combattuto dalla categoria dei call center

“Un gran bel numero che sta ad indicare che abbiamo credibilità, che trasmettiamo fiducia”, ha commentato Papagni, che si è poi soffermato sui numerosi avvenimenti che hanno caratterizzato il 2016, sui progetti realizzati e sui nuovi obiettivi da raggiungere.

All’assemblea nazionale Assocall, oltre ad Adsalsa, sono intervenuti anche il direttore della rete associativa nazionale di Confcommercio Imprese per l’Italia, Romolo Guasco, l’avvocato Marco Maglio, l’avvocato Antonio Di Lollo Capurso, il segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori e Dino Cimaglia.