Emoji nell’SMS marketing: i vantaggi di usarle

SMS

I vantaggi di usare le emoji nell’sms marketing

Le emoji sono diventate indiscutibilmente parte della nostra comunicazione giornaliera, sempre più utili e utilizzate nei messaggi. Queste “faccine” capaci di trasmettere ciò che a volte non sappiamo dire con le parole, sono diventati rilevanti nelle nostre vite, tanto che è stata indetta una giornata internazionale a loro dedicata, il 17 luglio.

Ma quali sono le sue origini? Che valore apportano le emoji agli SMS? Come fai a sapere quali sono quelle che più incentivano a cliccare? O quali dovresti evitare? Ecco tutto quello che devi sapere al proposito e la risposta a questa domanda: devi utilizzare o meno le emoji nelle tue campagne di SMS Marketing?

Qual è la storia degli gli emoji?

Inizialmente, le emoticon (antenato delle emoji) erano semplicemente delle combinazioni di segni di punteggiatura utilizzati per esprimere stati mentali, sentimenti o emozioni attraverso l’utilizzo di icone.

Risale addirittura al 1857, l’anno in cui per la prima volta si fa riferimento a un utilizzo dei segni di punteggiatura a questo fine, quando venne utilizzato il numero 73 per esprimere “amore e baci” in codice Morse.

Nel corso del secolo successivo, appaiono in diverse comunicazioni, nel 1882 la rivista satirica statunitenese Puck pubblica le prime quattro emoticon. Finché nel 1999 la società di comunicazione mobile NTT Docomo annuncia 176 emoticon a colori, chiamandole”Emoji”. La parola emoji viene dal giapponese: significa “E” per immagine e “Moji” per carattere.

Solo dal 2010, le emoji sono state incluse in tutte le piattaforme digitali e da allora in voi si sono evolute di anno in anno, includendo la possibilità di cambiare il colore della pelle e il sesso, supportando così ogni tipo di diversità.

Sono diventate indispensabili per aiutare a comprendere e a far comprendere i messaggi, assumendo un ruolo fondamentale nelle nostre forme di comunicare.

Emoji nell’sms marketing: perché rendono il contatto più diretto?

Le emoji permettono di illustrare uno stato d’animo, un’idea o un sentimento senza usare le parole. A volte, sono funzionano addirittura meglio delle parole nell’esprimere quello che si vuole dire, rappresentando espressioni facciali tipiche della comunicazione face-to-face. Secondo le statistiche l’84% delle donne e il 75% degli uomini affermano che gli emoji riescono a far passare meglio alcuni messaggi sulle proprie emozioni. Questo significa che le emoji permettono un contatto più diretto con l’altra persona ed è per questo che diventano un ottimo strumento da utilizzare nel magico mondo del marketing digitale.

Ma cosa rende le emoji così efficaci? Il cervello umano riesce a elaborare le informazioni visive più velocemente del testo. Inoltre un adulto medio perde la concentrazione dopo pochi secondi, le informazioni visive aiutano parecchio a mantenerlo attivo. Le emoji permettono quindi di connettere più facilmente con la persona, catturandone l’attenzione e convogliandola versio il nostro punto di interesse.

emoji

emoji

Empatia e umanità delle emoji nell’Sms Marketing

Rispetto all’utilizzo delle parole, ciò che contraddistingue el emoji è – come già detto un rapporto più diretto con l’utente. Questo permette di avvicinarsi a lui, di rendersi più accessibile e quindi di favorire la relazione che si crea fra impresa e utente, il che può creare fidelizzazione e solo cose positive per il branding dell’azienda. Si crea empatia e fa sembra il marchio non un qualcosa di freddo e su un piedistallo, ma un entità molto più umana e vicina alla persona.

L’umanità deriva invece proprio dall’aspetto delle emoji, che raffigurano appunto tratti umani, facce o parti del corpo. Anche questo cambia la struttura dell’interazione tipica con l’utente, rendendo il tutto più simile a un contatto faccia a faccia con un venditore.

In ogni caso, il modo migliore per provare la reale utilità delle emoji è fare dei test, cercando di comprendere, attraverso i dati raccolti, quale può essere la risposta degli utenti a messaggi che le utilizzano o che non lo fanno.

Le emoji aiutano la popolarità del brand e funzionano bene in ambito professionale la tua popolarità

Molte aziende non ritengono efficaci le emoji nel loro modello di comunicazione, ragionando sulla possibile perdita di credibilità che esse comporterebbero. Utilizzare “faccine” appare poco professionale in un modello di comunicazione formale, cioè quello che molte aziende prediligono. Tuttavia, le variazioni negli usi e costumi a livello mondiale degli ultimi anni spingono verso un’altra direzione: le emoji nell’SMS marketing sono sempre più utilizzate e meglio accettate in ambito lavorativo.

Uno studio dell’Università del Missouri ha rilevato come l’utilizzo di emoji nei subject delle e-mail per la richiesta di colloqui di lavoro ha portato a un maggior tasso d’apertura. Non risultano meno professionali, ma moderne e comode da usare e da comprendere, migliorando l’interazione che si ha con utenti e clienti. Ottimizzano, insomma, l’esperienza generale prodotta dai messaggi: farne uso diviene quindi utilissimo per favorire le interazioni interpersonali e anche per risultare più “simpatici”.

emoji sms

Come NON usare gli emoji nell’sms marketing

Gli emoji, però, non hanno solamente vantaggi e devono essere usate nel modo corretto, per non rischiare di arrecare danni all’azienda. Devono essere sempre coerenti con il messaggio che si vuole trasmettere, risultando anche di facile comprensione per l’utente. Diventano inutili e dannose se incomprensibili o se non coerenti con il contesto. Devono essere espresse in modo naturale rispetto a ciò che si vuole trasmettere. Per essere sicuro che il significato delle emoji sia quello che tu hai inteso (visto che ci si può confondere sul senso di certe “faccine”) puoi consultare l’emojipedia e quindi evitare inconvenienti.

In generale, l’utilizzo adeguato delle emoji nell’SMS marketing è quasi sempre un vantaggio per l’azienda, avvicinandola al cliente e rendendola più umana. Implementarle, realizzando gli adeguati test, dev’essere un’opzione.

Il nostro articolo è stato ispirato da Factor Engagement, ecco il link!

Emoji nell'SMS marketing

¡No puedes irte aun!

Mira lo que tenemos para ti:

Qui c’è un altro articolo che ti può interessare!

Não pode sair ainda!

Veja o que temos para si:

You can’t leave yet!

Check what we have for you:

Share via
Copy link
Powered by Social Snap

La tua privacy è importante per noi.

Utilizziamo cookies nostri e di terze parti per fini differenti quali: registrazione della propria attività nel presente sito web, poter gestire tecnicamente il tuo accesso e l'utilizzo del sito web, ottimizzare e migliorare i nostri servizi, mostrare pubblicità relazionata alle tue preferenze attraverso l'analisi delle tue abitudini di navigazione. Maggiori informazioni sui cookies si trovano nella Cookie Policy.

Impostazioni

Di seguito puoi gestire le impostazioni. Clicca su "Salva impostazioni" per salvare le tue preferenze.

NecessariIl nostro sito web utilizza cookies di gestione. Questi cookies sono necessari per il funzionamento del sito web

AnaliticiIl nostro sito web utilizza cookies analitici per ottimizzare il sito stesso e migliorarlo al fine di ottimizzare la sua utilizzabilitá

Social MediaIl nostro sito web utilizza cookies di Social Media per mostrati il contenuto di terzi come Youtube e Facebook. Questi cookies potrebbero monitorare i tuoi dati personali

PubblicitariIl nostro sito web utilizza cookies pubblicitari per mostrarti contenuti pubblicitari basati sulla tua navigazione e sul tuo gusto personale.

OtherOur website places 3rd party cookies from other 3rd party services which aren't Analytical, Social media or Advertising.