In arrivo il Privacy Officer: quali funzioni svolge?

Compliance

Privacy_OfficerUna nuova figura professionale, a breve, sarà presente negli enti pubblici e nelle imprese con più di 250 dipendenti. È il Privacy Officer (o Responsabile della protezione dei dati), che si occuperà di tutti gli aspetti giuridici e informatici riguardanti il trattamento dei dati personali. La nuova figura è stata introdotta dalla Commissione Europea attraverso una proposta di regolamento ed interessa circa 25mila aziende in tutta Italia.

Il Privacy Officer sarà coinvolto in tutti gli aspetti riguardanti la protezione dei dati personali e, come spiegato nell’art. 37 della proposta di regolamento europeo, si occuperà di:

– Consigliare e controllare il responsabile o l’incaricato del trattamento nella corretta applicazione delle norme sulla privacy, la formazione del personale e l’attribuzione delle responsabilità.
– Controllare la protezione e la sicurezza dei dati personali, conservare tutta la documentazione attinente e verificare le richieste degli interessati di esercitare i diritti riconosciuti dal regolamento.
– Controllare che le violazioni dei dati personali siano documentate, notate e comunicate.
– Controllare che il responsabile o l’incaricato del trattamento effettui la valutazione d’impatto sulla protezione dei dati e richieda l’autorizzazione o la consultazione preventiva nei casi previsti dal regolamento.
– Controllare che sia dato seguito alle richieste dell’autorità di controllo e, nell’ambito delle sue competenze, cooperare con l’autorità di propria iniziativa o su sua richiesta.

Oltre a conoscere le normative sul trattamento dati nel Paese in cui opera, il Privacy Officer dovrà quindi sapere interagire con i sistemi di gestione aziendali e controllare la sicurezza, anche dal punto di vista tecnico, di tutti i dati personali.

La Casa Bianca, già nel 2013, ha introdotto la figura del Responsabile del trattamento dati, affidando l’incarico a Nicole Wong, che in passato aveva già lavorato per Google e Twitter.

Giuridicamente, in Italia, la figura è un libero professionista, non è regolamentata da norme e non sono previsti albi professionali. L’associazione che rappresenta i Privacy Officer, iscritta nell’elenco delle associazioni di natura privatistica che rilasciano l’attestato di qualità del Ministero dello Sviluppo Economico, è Federprivacy.

¡No puedes irte aun!

Mira lo que tenemos para ti:

Qui c’è un altro articolo che ti può interessare!

Não pode sair ainda!

Veja o que temos para si:

You can’t leave yet!

Check what we have for you:

Share via
Copy link
Powered by Social Snap

La tua privacy è importante per noi.

Utilizziamo i cookies per garantire la corretta funzionalità del sito e per tenere conto delle tue scelte di navigazione in modo da offrirti la migliore esperienza sul nostro sito e offerte adeguate alle tue esigenze. Potremmo utilizzare anche cookies di terze parti. Per saperne di più consulta le nostre Privacy Policy e Cookie Policy. Per proseguire nella consultazione del sito devi scegliere se acconsentire all'uso dei cookie o impostare i cookie. La chiusura del banner senza accettare tutti i cookies comporta il permanere delle impostazioni di default.

Impostazioni

Di seguito puoi gestire le impostazioni. Clicca su "Salva impostazioni" per salvare le tue preferenze.

NecessariIl nostro sito web utilizza cookies di gestione. Questi cookies sono necessari per il funzionamento del sito web

AnaliticiIl nostro sito web utilizza cookies analitici per ottimizzare il sito stesso e migliorarlo al fine di ottimizzare la sua utilizzabilitá

Social MediaIl nostro sito web utilizza cookies di Social Media per mostrati il contenuto di terzi come Youtube e Facebook. Questi cookies potrebbero monitorare i tuoi dati personali

PubblicitariIl nostro sito web utilizza cookies pubblicitari per mostrarti contenuti pubblicitari basati sulla tua navigazione e sul tuo gusto personale.

OtherOur website places 3rd party cookies from other 3rd party services which aren't Analytical, Social media or Advertising.